Pandemia 4 – la rivincita

Di questi giorni la notizia che due gruppi di “scienziati”, uno in Olanda e l’altro negli Stati Uniti, hanno creato un nuovo virus influenzale che questa volta sembra essere veramente in grado di causare una pandemia, almeno a quanto risulta dai test effettuati sui furetti. E qui mi si gela il sangue! L’ultima volta che ho sentito parlare di test su furetti era quasi tre anni fa, quando in un laboratorio della Repubblica Ceca sono morti i furetti perché la multinazionale Baxter aveva inviato campioni del virus stagionale inquinati da un ceppo del famoso virus pandemico H5N1.
Ora, “per migliorare la salute pubblica e la sicurezza”, questi pazzi che si fanno chiamare scienziati, hanno sviluppato un metodo per creare nuovi ceppi del virus pandemico e già che c’erano hanno creato un ceppo che secondo loro sarebbe in grado di causare la tanto attesa pandemia.
Devo dire che mi sfugge il nesso tra “salute pubblica e sicurezza” e la creazione di nuovi virus letali. Come può un nuovo virus letale migliorare la salute pubblica? Forse vogliamo convincerlo a diventare più buono, visto che a Natale tutti sono più buoni?
Ci sono buoni motivi per credere che le pandemie fallite degli ultimi anni siano state causate da virus creati in laboratorio, dall’influenza aviaria a quella suina. Poi dai laboratori sono arrivati in qualche modo all’uomo, non possiamo dire se per volere di qualcuno o accidentalmente, ma ai fini degli effetti sulle persone conta poco.
I più prestigiosi giornali scientifici stanno per pubblicare il lavoro di questi “scienziati”, compreso il metodo sviluppato per creare nuovi ceppi altamente pericolosi. Così in questi giorni si è sviluppata una forte polemica tra il comitato per la biosicurezza statunitense e le riviste. Il comitato di biosicurezza vuol vietare la pubblicazione perché il metodo potrebbe essere utilizzato da gruppi terroristici per creare virus letali. Invece gli editori sostengono che non ci possono essere restrizioni nella pubblicazione di ricerche scientifiche. Ma ormai la frittata è fatta perché già un numero elevato di persone ha avuto la possibilità di conoscere la ricerca.
Negli ultimi anni sono emersi parecchi casi in cui le multinazionali farmaceutiche hanno venduto farmaci con effetti letali di cui erano perfettamente a conoscenza. Il passo dall’ammazzare le persone fingendo di aiutarle a risolvere un problema a diffondere un virus pandemico è breve. Le nuove scoperte permetterebbero di creare un virus letale, di sviluppare il vaccino e poi diffonderlo per vendere vaccini e farmaci. In un momento di crisi economica sarebbe come una manna dal cielo. Se fossi il comitato per la biosicurezza mi preoccuperei più di questo. Non resta che cercare di mantenere il sistema immunitario sempre al top.

17 thoughts on “Pandemia 4 – la rivincita

  1. L’informazione è un diritto di tutti: l’umanità deve sapere di essere vittima degli interessi economici delle multinazionali farmaceutiche che usano gli esseri umani come cavie ignare e fondano il loro business multimiliardario sulla salute degli esseri umani o per meglio dire sulla malattia degli esseri umani!!!

  2. Ma ti immagini il profitto che ne trarrebbe una casa farmaceutica se (come sicuramente è) avesse già il vaccino di questo virus e metà della popolazione mondiale si ammalasse?ormai non si guarda più in faccia a niente e a nessuno pur di trarre profitto.La razza umana è destinata all’estinzione per “autodistruzione”.

  3. vergognoso è dir poco ma cosa posso fare per poter almeno mettere i pali fra le ruote a questi personaggi incoscenti?

  4. Il progetto di ‘sfoltire allegramente’ la popolazione mondiale, attraverso la diffusione di virus mortali e altre amenità del genere, pare sia in atto già da diversi anni da parte di alcuni governi e sembra ci sia anche lo zampino dei famosi ‘Illuminati’ (termine usato quantomai impropriamente, in questo caso!!!) di cui si parla ormai da diverso tempo. Non credo ci siano parole per difinire in maniera esauriente la follia e il delirio di onnipotenza di questi elementi profondamente e gravemente malati. Ma la cosa peggiore è che….siamo alla loro mercè!!!!
    Barbara

  5. si deve boicottare la corporazione medica… non mi dite che dietro a tutto non ci sono “le scienze mediche” distorte o buone che siano che puntano al controllo della vita….. e’ quanto di piu’ inumano ci sia…….togliere a questi personaggi la credibilita’ e’ un’arma potente….

  6. non ci sono parole per esprimere il disgusto di certe ricerche e di chi manipola gli scienziati pazzi, sempre con il solo scopo del profitto a tutti i costi; soggetti senza etica e senza scrupoli, sembra una storia da film di fantascienza e invece è la realtà ……. la consapevolezza di essere delle pedine nelle loro mani è davvero deprimente. l’unica cosa che si può fare è far circolare la notizia sul web, magari si ravvedono!

  7. Ci sarà un mezzo efficace per fermare questi pazzi, senza etica ,che,
    peggio dei terroristi ,tengono in ostaggio l’umanità e sono ,indegnamente , chiamati scienziati e sono ,anche ,pagati
    per creare terrore .
    Che vergogna !!! Cosa si può fare per fermare questi geni della distruzione?
    Grazie Remedia !!
    Anna Maria Di Franco

  8. Questi “scienziati” non dovrebbero essere denunciati dalle associazioni a difesa del cittadino o paziente per allarmismo che porta soltanto tantissimi miliardi alla famosa Big Pharma?

  9. grazie… sempre grazie

    non c’è proprio il modo di diffondere queste notizie???
    ciao buon Natale a tutti.

  10. Il livello di perversione delle elite farmaceutiche, finanziarie e industriali ha raggiunto la possessione diabolica. Credo che a questi livelli l’indignazione serva a nulla. La struttura, il SIstema è così ben architettato che non c’è spazio a nessuna scusante: questi individui sono un VELENO per il pianeta Terra. Non sono in grado di indicare una via di fuga pacifica o non pacifica che sia indolore; è certo che questi signori non si fermeranno davanti a nulla. Credo tuttavia nell’Ordine delle Forze Superiori… e credo che questi marci individui avranno vita breve.

  11. grazie remedia per le notizie che ci inviate e che ci fanno capire sempre più quanto sia indispensabile aiutare il nostro sistema immunitario e curarsi con le piante, grazie ancora e buone feste

  12. Alla Remedia chiedo ove vi sarà possibile
    di informarci e aiutarci ad essere informati e di “usarci” come strumenti benefici per firmare petizioni e quanto si può presentare ogni volta che esce qualcosa che può essere una minaccia alla nostra libertà e benessere.
    Sarò sempre felice di sostenervi o sostenere chi opera in tal senso.
    Grazie per quello che fate comunque!

  13. Grazie Remedia per diffondere le notizie che veramente svegliano.

    Il miglior modo per combattere la classe medica,farmaceutica, corrotta è l’educazione di noi stessi, della nostra salute, studiate la medicina botanica, ayurveda, cinese, tibetana ; acquistate prodotti locali dalle fattorie agricole che si dedicano alle erbe medicinali; utilizzate la nutizione e stile di vita come prevenzione;create gruppi di mamme e giovani per condividere le esperinze; attenzione non un fai da te ma ci sono eccellenti educatori delle medicine naturali che hanno una coscienza ed sono in contatto con lo Spirito . una medicina che viene solo dalla mente è morte.
    Ogni singolo momento tu puoi scegliere se dare la tua energia alla cosa più facile, ciè affidare la responsabilità del tuo benessere ad un estraneo per trarne profitto sia dell’ego che materiale oppure studiare ed prendere in mano la responsabilità della propria salute.
    la vita ne vale lo sforzo ed il Pianeta con tutte le sue forze vi sosterrà

  14. grazie come sempre per l’informazione.
    il potere medico è in assoluto quello che più condiziona tante persone che si fidano e affidano a questa classe di professionisti che pensano esclusivamente alla ricchezza, senza scrupoli per alcuno.
    credo si arriverrà a sconfiggere tale sistema solo grazie ad un risveglio culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *