Rimedi per la prevenzione invernale

Il susseguirsi delle stagioni in natura riconduce anche noi, in maniera ciclica, ad affrontare ogni anno tematiche salutiste che ritornano incessanti come un Mantra! La fine dell’estate è una sfuggente ma fondamentale parentesi da carpire, interfase pre-autunnale di pre-congedo, dalla calda stagione in cui già respiriamo nell’aria qualcosa che preannuncia il cambiamento, la fine di un ciclo, la rielaborazione e il lasciar andare. Proprio come avviene a fine agosto in Natura, innanzi a tutto e innanzi a tutti, per tutti coloro che sanno vederlo, coglierlo, viverlo.

Fine di un ciclo da apprezzare, da cercare e celebrare. Come grata risonanza con la Natura, Madre, che ogni volta si offre e diviene per noi Specchio e Scrigno di preziosi processi, proiezioni, visioni, suoni, messaggi che a noi giungono anche grazie ai suoi figli messaggeri: animali, vegetali, minerali e astri. Colei che generosa è Madre ed elargisce nei suoi cicli incessanti il segreto primo di Salute, Forza Vitale, Coerenza.

Prevenzione e rinforzo immunitario

A partire dalle ultime settimane del mese di agosto è utile pensare ai rimedi con cui affrontare il cambio di stagione e quindi a come attuare una saggia prevenzione e un rinforzo immunitario. Ma non solo immunitario, ricordate? “La vera prevenzione comincia dall’Anima”, come scrissi anche nella passata stagione autunnale. L’Anima che, per sostenere al meglio il suo tempio, e quindi il nostro organismo, chiederebbe a sua volta di essere “preparata” al cambio di influssi energetici stagionali, certamente con rimedi più sottili, vibrazionali, i quali dal punto di vista animico possono predisporci al meglio all’onda del movimento energetico “autunno-inverno”. Questo passaggio fisicamente ed interiormente ci fa transitare da scenari più caldi e colorati di rinascita, espansione, dinamismo e gioia, ad ambientazioni più fredde e crepuscolari di introspezione, conclusione, quieta stasi e contrazione.

Non a caso la moderna PNEI (psico-neuro-endocrino-immunologia) sottolinea queste interrelazioni rimarcando come il sistema d’intelligenza cellulare e competenza immunitaria sia il terzo grande sistema, network, che, insieme a quello nervoso e a quello endocrino, gestisce la regolazione e l’equilibrio generale psico-fisico nella gestione delle emozioni e nella loro regolazione delle risposte di difesa, sia interne che esterne.

Se questi distretti (psico-neuro-endocrino) non sono in equilibrio (o se siamo sovraccarichi di tossine, fisiche o psichiche), possiamo già risentire del primo cambio climatico, subendo dall’esterno quella piccola prima sferzata di stress che ci mette in crisi. Questo può avvenire in autunno (stagione che vede peraltro la piena ripresa scolastica e lavorativa dopo le vacanze estive) e a maggior ragione può capitare nuovamente con l’arrivo del vero freddo invernale.

Il microbioma

Preparare il sistema immunitario significa avere cura dello stato di salute, reattività e prontezza, che pervade le nostre varie stazioni ghiandolari linfatiche in cui si concentrano maggiormente le funzioni di scambio e le relazione con l’ambiente esterno. Queste stazioni risiedono sì nelle prime vie aree superiori (tonsille, adenoidi, bronchi) ma anche e soprattutto nel tessuto linfatico a carico delle mucose intestinali, in cui gioca un ruolo importantissimo un “personaggio” di grande rilievo e spessore: il microbioma.

Il microbioma è l’insieme intelligente di batteri alleati, le cui varie famiglie formano all’incirca un kilo e mezzo di biomassa, che abita il nostro intestino! Ben un kilo e mezzo di flora intestinale! Siamo esseri abitati da un kilo e mezzo di colonie di batteri simbionti che si adoperano per mantenerci in salute… preso atto di ciò è doveroso averne cura!

Quindi, nella pratica, per concretizzare il proposito di equilibrio, che serva a mantenere un concetto più ampio anche di Salute, possiamo avvalerci di rimedi quali: Gemmoderivati e  Floressenze.

I Gemmoderivati sono i rimedi erboristici che prediligiamo per la loro azione dolce ma profonda e sistemica: giovano infatti alla salute del nostro organismo, specie in miscela, perché l’azione di un gemmoderivato singolo può diventare molto più ampia di quella descritta nella sua specificità a seconda della sinergia con gli altri gemmoderivati della miscela. La potenza di questi estratti merita di venire alla ribalta. Per lungo tempo sono stati sottovalutati, poiché i Gemmoderivati, essendo essenzialmente rimedi energetico-vibrazionali, riescono a dimostrare la loro potenzialità solo se sono fatti con tutta l’attenzione e la cura che richiede questo tipo di preparazione.

La gemmoterapia vegetale è un sistema terapeutico basato sull’energia potenziale contenuta nelle gemme o giovani radici, giovani getti, corteccia di giovani rami, linfa, germogli etc. e in altre cellule “bambine” cioè in continua via di accrescimento staminale. Questa valenza energetica viene rinforzata dalla nostra decisione di floripotenziarli.

gemmoderivati_2_3-300x199

Grazie alla ormai nota e veterana Miscela di gemmoderivati Difese, giunge a noi il grande vigore dell’azione immunostimolante della sinergia di Ribes nigrum, Rosa canina, Betulla, Faggio e Abete: alberi e arbusti dalle proprietà vitaminizzanti, mineralizzanti e corroboranti. Rosa canina e Abete ci preparano alla stagione fredda sostenendo al meglio i processi di assimilazione e ottimizzazione delle vitamine, Ribes mantenendo alte le energie della corteccia surrenalica, per gli antichi sede dell’energia che dà la vita a sostanze ormonali essenziali per il controllo delle infiammazioni e per la risposta allo stress, prima causa di abbassamento delle difese immunitarie. Faggio e Betulla attivano al meglio depurazione, processi di scambio e drenaggi.

Rimedi per la depurazione

Depurando l’organismo e migliorando l’assimilazione di vitamine e minerali fondamentali, la Miscela di Gemmoderivati Difese svolge un’azione completa atta a rinforzare la risposta immunitaria da vari punti di vista. Utile in associazione al Gemmoderivato singolo Juglans Regia, estratto dalle gemme del Noce, per l’azione di protezione in più che viene esplicata sul fronte intestinale, anche grazie alla sua valenza pro-biotica. Il Noce è un albero che vive solo, perché si difende con i suoi essudati radicali dalla presenza di altre specie. Il messaggio di difesa delle sue gemme è rivolto innanzitutto al tessuto linfatico che risiede nelle mucose intestinali, che viene così ripulito profondamente da fattori insidiosi e parassiti.

Questa associazione può rivelarsi un sostegno ulteriore per coloro che spesso incorrono in recidive o che hanno una tendenza più linfatica, che rallenta i processi di reattività immunitaria e li porta a produrre molto muco. Intervenendo in modo dolce ma profondo i Gemmoderivati possono essere assunti anche da bambini, donne in gravidanza (o in allattamento) e da persone anziane.

Per periodi di tempo anche protratti di due-quattro mesi, da valutare sulla base della reattività individuale. In via preventiva si assumano 5-7 gocce per ogni dieci kilogrammi di peso, due volte al giorno, a partire da inizio settembre. In caso di bisogno dopo un’interruzione di 15-20 giorni si può ripetere un secondo ciclo. A un dosaggio più alto (6-7 gocce per ogni dieci kilogrammi di peso sempre due o tre volte al giorno) è utile da impiegarsi anche per fronteggiare emergenze con sintomi più acuti. A partire dal grande freddo troviamo utile alternare questa miscela alla Miscela di Gemmoderivati Tossoprattutto per coloro che necessitano di un rinforzo maggiore sulle prime vie aree e desiderano sostenere la salute di trachea e bronchi perché più predisposti a infiammazioni.

La prevenzione dell’Anima

Ma se la prevenzione comincia dall’Anima, anche altri preparati possono dare spiritualmente più forza ai nostri passi verso l’inverno, Ci si può avvalere per esempio del messaggio di alcune Floressenze:

  • la Floressenza Luce può essere di aiuto per coloro il cui umore, risentendo molto delle diminuite ore di sole tende, ad ingrigire con la stagione, e con esso si abbassa di conseguenza la risposta immunitaria. Coloro che avvertono la necessità di rischiarare e illuminare la psiche, mantenere alta la sua vibrazione e più positivo l’atteggiamento nei confronti delle ostilità esterne climatiche e non, possonon assumerla per affrontare l’inverno in tutte le sue manifestazioni. L’esposizione al sole stimola il sistema immunitario e rende più gioiosi, per cui l’inverno risulta una stagione con maggiori rischi per la salute e l’equilibrio interiore. Luce ci rafforzerà, promuovendo una buona visione interiore, illuminando anche i punti del nostro cuore che temono l’ombra, accendendo e mantenendo brillante la luce della coscienza, per fare in modo che possiamo essere pronti al risveglio di energie che arriverà con la Primavera.
  • la Floressenza Salus potrà invece confortare tutti coloro che con l’arrivo della stagione fredda temono per la propria salute, che percepiscono già un po’ instabile durante tutto l’anno. Salus sostiene la forza vitale guaritrice, aiuta l’anima a sentirsi protetta nell’incontro con le “perturbazioni” esterne di qualsivoglia origine, mobilita i naturali processi naturali di guarigione e infonde fiducia nella nostra capacità di ri-contattarli. Utile quando ci si sente in pericolo o non perfettamente in salute, ma anche durante la stessa “malattia”. Il messaggio dei fiori riuniti in questa miscela aiuta l’anima a non sentirsi abbandonata o priva di protezione spirituale e a non arrendersi di fronte alle intemperie interiori.

Le Floressenze possono essere assunte nell’arco della giornata in dosi di 4 gocce direttamente sotto la lingua. Accogliamo quindi il monito e l’esempio di Madre Natura in termini non solo filosofici, ma anche pratici, predisponendoci anzitempo a fortificare corpo e anima, senza dimenticare di raccogliere e mettere a dimora i semi di nuovi progetti: che il silenzio e il buio dell’Inverno ne abbia cura, perché la Primavera possa inondarli di nuova, limpida Luce.

Buon susseguirsi di stagioni a tutti voi.

di Rosa Massari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *