Oops … mi è scappato il virus

Questi giorni mi è arrivata una notizia di quelle che hanno dell’incredibile, che sembra una di quelle bufale che ogni tanto girano su internet. In effetti aveva tutto l’aspetto di un pesce d’aprile anticipato, non solo per il contenuto che ti rifiuti di credere per il quieto vivere, ma anche per la completa assenza di questa notizia sui mass media, non solo in Italia. Sembra impossibile che non sia apparsa nessuna notizia di un fatto di tale gravità, tra l’altro non successo in Africa, ma in Austria e nella Repubblica Ceca.

Siccome mi piace smascherare le bufale sono andato a cercare notizie a riguardo. Con una ricerca abbastanza generale ho trovato la notizia solo su alcuni siti di controinformazione che generalmente sono i primi a cadere nelle trappole delle bufale ben costruite. Ma siccome volevo essere sicuro ho fatte varie ricerche approfondite e cosi l’ho trovata in qualche giornale di provincia della Repubblica Ceca, dell’Austria e di altri paesi, in un’interrogazione al Parlamento Austriaco e, questo è veramente curioso, nel prestigioso giornale Financial Times, pubblicato dopo un “inspiegabile” calo del valore delle azioni della multinazionale coinvolta.

La notizia è questa: la filiale austriaca della multinazionale Baxter ha inviato campioni del virus influenzale stagionale H3N2 inquinati con il virus vivo dell’aviaria H5N1 a svariati laboratori in tutto il mondo.

Il fatto è accaduto all’inizio dell’anno, ma solo a metà febbraio il laboratorio Biotest (Repubblica Ceca) si è accorto dell’inquinamento dopo la morte inspiegabile dei furetti su cui stavano facendo dei test con il materiale fornito dalla Baxter.

Il virus vivo dell’aviaria non sarebbe stato soltanto capace di causare una pandemia, ma avrebbe potuto incrociarsi con il virus stagionale con cui era mescolato, unendo l’alta infettività del H3N2 con il carattere letale del H5N1.

Dopo un lungo silenzio la multinazionale ha ammesso un inquinamento accidentale. Accidenti a loro! Tuttavia sono in diversi a chiedersi se era veramente accidentale. Anche perché tutti sanno che una pandemia può svilupparsi solo se il virus dell’aviaria si combina insieme a un virus influenzale umano, perciò l’unica cosa a cui dovevano stare attenti era non mescolare i virus. I laboratori che maneggiano virus come quello dell’aviaria hanno misure e protocolli di sicurezza tali che è praticamente impossibile che “scappi” un virus. Fa pensare anche il fatto che la stessa Baxter ha ottenuto l’anno scorso dalla CE la pre-autorizzazione per il vaccino CELVAPAN che è il primo che permetterebbe in caso di pandemia di produrre un vaccino efficace in poco tempo, a differenza dei vaccini tradizionali che richiedono mesi. Naturalmente il Celvapan verrebbe autorizzato subito in caso di pandemia. Certo, in questo momento di crisi una pandemia sarebbe stata per la Baxter come la manna dal cielo! E’ visto che il virus dell’aviaria in Natura non vuol incrociarsi con un virus umano, forse qualcuno voleva favorirlo.

In ogni caso, che sia successo accidentalmente o intenzionalmente, il buon senso chiederebbe di ritirare la licenza a chi ha rischiato di ammazzare centinaia di milioni di persone. Ma non è successo niente, hanno solo detto di stare più attenti la prossima volta! Insomma, bisogna capirlo, i virus sono così piccoli, possono scappare a chiunque.

In realtà qualcuno che aveva un buon numero di titoli della Baxter ha saputo dell’accaduto e temendo ripercussioni pesanti se la notizia fosse trapelata o peggio se fosse successo qualcosa di grave ha cercato di vendere, perciò le quotazioni sono scese.

E’ comunque strano: se muore un cigno in Turchia di presunta influenza aviaria ne parlano tutti i telegiornali del mondo, ma una multinazionale che diffonde il virus non fa notizia. Certamente bisogna riconoscere le buone intenzioni di chi ha oscurato il fatto: l’avranno fatto per evitare il panico collettivo, stanno sempre molto attenti a non turbare le anime!

Forse è meglio rinforzare il sistema immunitario perché prima o dopo qualche Frankenstein riuscirà a partorire il tanto atteso virus pandemico.

Hubert

Per rinforzare le Difese

Per rinforzare le Difese

23 thoughts on “Oops … mi è scappato il virus

  1. l’influenza di quest’anno per molta parte della popolazione è stata veramente pesa. In un mondo senza valori, o meglio con un unico valore il dio denaro, c’era d’aspettarselo uno scherzetto del genere. Per quanto mi riguarda rafforzare le proprie difese immunitarie è l’unica soluzione, ho tolto antibiotici e cortisonici a mio figlio sin dalla nascita, ed all’età di 8 anni non sa cosa significa un’influenza. Questa la dice lunga ……

  2. Con tutti i problemi che ci sono, dobbiamo proprio andare a cercarne dei nuovi? Non voglio arrendermi all’idea che siamo guidati solo da pure ragioni di profitto. Sarebbe molto triste.

  3. Buonasera,
    molto interessante la Vostra osservazione, e c’è da riflettere su quali pericoli ci fanno correre queste multinazionali del farmaco, che poi fanno parte di un sistema di controllo mondiale, un sistema che crea anche problemi-malattie…Però, per finire: era proprio necessario mettere la pubblicità di un Vostro specifico prodotto alla fine dell’articolo?
    Buone cose, saluti

    • Secondo me, Fabrizio, dovrebbe porsi la stessa domanda ogni volta che va al supermercato, ogni volta che legge un articolo su un giornale, ogni volta che compie una scelta: lei è davvero convinto di non essere influenzato da qualche struttura di comunicazione “nascosta”? Tanto meglio mettere in bella vista la merce da vendersi in relazione al determinato problema di cui si è parlato. Pubblicità trasparente. Se non vuole le erbette non le deve mica comprare, o no?

  4. Non mi stupisco più di tanto.. io da tempo ho il sospetto che questo accade sistematicamente anche con il semplice virus dell’influenza. E’ tutto studiato a tavolino ed è sbalorditivo come ad agosto e senza tenere conto del lasso di tempo e di tutte le variabili in gioco (condizioni meteorologiche, tempereature, inquinamento, ecc.) tutti gli anni ci dicono che l’influenza avrà il picco a dicembre.. a natale, a gennaio ecc… e guarda caso queste “previsioni” vegnono sempre azzeccate. Io son convinto che qualcuno diffonde i virus ad hoc e che quel qualcuno.. un pò come i virus per l’informatica e guarda caso che chi poi fa gli anti-virus sono gli stessi che hanno creato il virus.. il dio denaro non guarda in faccia a nessuno… ho avuto la sfortuna di assistere ad una vendita tra un rappresentante di casa farmaceutica e un farmacista; da rabbrividire.. tutto e solo commercio sulla nostra pelle!!

  5. Il virus è stato inviato anche a un laboratorio in Slovenia. L’hanno detto ad un notiziario di una radio slovena una decina di giorni fa.

  6. E bravo il nostro Sherlock Holmes dell’Appennino romagnolo, non solo il ragionamento non fa una grinza, ma rassomiglia troppo a troppe sviste, errori, dimenticanze,leggerezze che non solo nel nostro belpaese, ma su tutto il nostro belpianeta si stanno susseguendo e la cosa che più fa indignare è che nessuno più si ribella e quindi nessuno paga per questi errori.
    Siamo così condizionati, oppure stanchi fisicamente e psicologicamente che non opponiamo nemmeno più resistenza, con i media che , ponendo troppo insistentemente l’accento su alcuni fatti di cronaca, ottengono l’effetto contrario, distogliere l’attenzione delle masse, ma soprattutto far sì che queste accettino come una normalità ciò di cui si parla.
    Faccio degli esempi: se vent’anni fa avveniva un uxoricidio si era sconvolti alla notizia, oggi qual è il commento?”Brutta storia, ma si sa cose che succedono”Così magari non si va a fondo per scoprire che se l’uomo non avesse fatto uso di tranquillanti non sarebbe stato colto da stati confusionali e /o maniacali, e ancora se in una scuola si portano delle armi e si fa fuoco sui compagni, quale sarebbe, oggi,il commento?”Gran brutta storia, ma si sa, può succedere”, così giustifichiamo che oggi come oggi procurarsi un’arma, anche legalmente, è facile.
    Fateci caso la prossima volta che ascoltate o leggete delle notizie.
    Elementare Watson.Sigh!
    Cinzia

  7. You disappoint me Remedia. Was the main objective to inform us of a very serious matter or advertise one of your products . I must say I have my doubts!!

  8. Mi chiedo come mai riesco ancora a stupirmi nell’apprendere queste informazioni…ma com’è possibile che esseri umani siano così privi di scupoli, di etica e di moralità!!!!
    Ma come è potuta accadere questa trasformazione….ma che mondo stiamo lasciando ai nostri figli!!!!!!!!!!!
    Comunque assumo Difese da alcuni anni e devo dire che funziona….Grazie per le informazioni e buon lavoro
    Sandra

  9. E’ una vergogna, senza dubbio…ma questa gente da che parte ha la vergogna? e il senso etico del loro lavoro? Non bisognava che crollassero solo le azioni della Baxter, ma tutto il complesso!!!

  10. Se non ci fossero l’inquinamento ambientale, elettromagnetico, chimico e derivati, se non ci fossero termovalorizzatori su TUTTO il territorio, se non ci fossero farmaci inutili e tossici, se non ci fossero prodotti alimentari sistematicamente avvelenati da pesticidi, se non ci fossero le auto che inquinano l’aria, i forni a microonde che modificano le strutture cellulari dei cibi sani rendendoli cancerosi, se non ci fossero pessime abitudini e cattivi sentimenti ad avvelenarci l’anima… e se non ci fossero le multinazionali della medicina chimica, come andrebbe avanti la macchina della saccenza dei cosiddetti dottori? Se noi fossimo in salute, di cosa avremmo bisogno se non di poche cose: tendiamo a dimenticare che il sistema capitalistico si alimenta della necessità del superfluo.

  11. non mi stupisce questa notizia, ho sempre pensato che ci fossero meccanismi simili per vendere medicinali. ciò non toglie che la cosa mi inqueti!!!!

    GRAZIE HUBERT. SEMPRE OCCHI APERTI.

  12. Chissà quante altre di queste storie affrescano il panorama umano, già sufficientemente carico di brutture! Sono convinta che la gran parte dei cosiddetti “virus” oggi in circolazione siano il prodotto di una politica, purtroppo seria ed efficace, volta proprio ad aumentare il consumo di prodotti farmaceutici, per alimentare un business senza fine. Personalmente, cerco di rinforzare me e la famiglia con una buona prevenzione omeopatica e fitoterapica; la domanda é: sarà sufficiente? Grazie per le informazioni….è fondamentale uscire dalla nebbia.

  13. Mi sono iscritto da poco alla vostra newsletters, questo è il secondo articolo che ricevo, e dico solo una cosa…….COMPLIMENTI E GRAZIE!!! Continuate cosi, conto di venire a conoscervi presto.

  14. Pingback: Dopo mucca pazza ed influenza aviaria … INFLUENZA SUINA!!! | inGASati GRUPPO di ACQUISTO SOLIDALE di Forlì

  15. cosa dire di tutto ciò alla luce delle ultime notizie sull’influenza suina? Quali virus avranno mescolato ops.. per sbaglio? Siamo proprio in buone mani….. Non so come esprimere la mia rabbia di fronte a questi delinquenti

    • è proprio questo che vogliono: farci produrre energia di basso livello!
      non ci caschiamo: amiamoli!

      Se abbiamo un arto che non funziona, è quello che dobbiamo curare!

      Proviamo amore e compassione per queste creature che non hanno ancora compreso che facendo del male agli altri, fanno del male a sé stessi!

      Sarà la loro stessa coscienza – ce l’hanno, te lo giuro! 😀 – a dar loro ciò che meritano.
      😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *